AI WEIWEI: NEVER SORRY. Lunedì 03/10 e Lunedì 17/10

ECCEZIONALE A SPAZIO UNO! Il documentario “AI WEI WEI. NEVER SORRY” che racconta l’esperienza artistica decisamente fuori dalle righe dell’ artista, designer e attivista cinese Ai WeiWei, figlio del poeta Ai Qing. Alle ore 16:15 – 18:00 – 19:45 – 21:15*. A soli € 3,50! * La proiezione serale sarà introdotta da Riccardo Lami della Fondazione Strozzi, curatore della mostra su Ai WeWei che si inaugura a Palazzo Strozzi dal 23/09.

>> Personaggio scomodo in Cina: Per la sua opposizione al regime è stato recluso per 81 giorni, dal 2 aprile al 22 giugno 2011. La notizia dell’arresto è stata ripresa da tutti gli organi d’informazione mondiali. L’artista è stato confinato in una località segreta, senza che fossero mai state diramate notizie sulle sue condizioni.
Durante la detenzione, i principali musei del mondo (tra i quali la Galleria Tate Modern di Londra, che ne ha ospitato l’installazione “Semi di girasole”) hanno lanciato in suo favore una petizione online, che ha raccolto l’adesione di migliaia di persone. Scopi della petizione erano: a) esprimere la preoccupazione nel vedere minacciati i diritti e la libertà di espressione in Cina; b) auspicare l’immediata liberazione dell’artista. In Italia, l’Associazione Pulitzer ha lanciato un appello per raccogliere 5 000 firme per Ai Weiwei; contestualmente ha chiesto pubblicamente al Presidente della Repubblica Italiana di intervenire sul governo di Pechino per la sua liberazione.

Lunedì 03/10 e Lunedì 17/10 Ore 16:15 – 18:00 – 19:45 – 21:15  Ingresso € 3,50

PEGGY GUGGENHEIM: ART ADDICT Martedì 17/05

Dopo aver raccontato nel suo esordio alla regia Diana Vreeland, l’imperatrice della moda, Lisa Immordino Vreeland dedica il suo nuovo film – presentato in anteprima ai festival di Telluride e Tribeca – a un’altra grande protagonista del Novecento: Peggy Guggenheim (1898-1979). Il film, ‘Peggy Guggenheim: Art addict‘, sarà nelle sale italiane il 14 marzo prossimo, distribuito da Feltrinelli Real Cinema e Wanted.
Grazie a un accesso senza precedenti ai materiali d’archivio, e in particolare alle registrazioni di una lunga intervista rilasciata poco prima della morte e finora considerata perduta, il documentario offre, anche attraverso la vera voce di Peggy Guggenheim, il ritratto di una figura sempre in anticipo sui tempi, anticonformista e ‘scandalosa’. Ritratto di una figura sempre in anticipo sui tempi, anticonformista e “scandalosa”. Sullo sfondo dei più importanti, e spesso drammatici, avvenimenti del XX secolo (dal naufragio del Titanic, in cui perse la vita il padre, alla Seconda guerra mondiale), Peggy Guggenheim ha segnato un’intera epoca, diventando un punto di riferimento dell’arte moderna e intrecciando la sua esistenza con quella di artisti e intellettuali come Samuel Beckett, Max Ernst, Jackson Pollock, Alexander Calder, Marcel Duchamp.

Martedì 17/05  Ore 16.45 – 18:30 – 20:30 – 22:15  € 5,00

“UN ULTIMO TANGO” Lunedì 23/05

 

“Un ultimo tango” è più di una comune storia d’amore. E’ la storia d’amore tra i due più famosi ballerini di tango della storia, la storia del loro incredibile amore per il tango. Maria Nieves Rego (1934) e Juan Carlos Copes (1931) si incontrano da giovanissimi e rimangono insieme per quasi tutta la vita. In tutti questi anni si sono amati e odiati, attraversando diverse dolorose separazioni, fino a dividersi definitivamente nel 1997. Il film traccia la storia del ballo argentino attraverso le vite di Maria e Juan, i primi a portare il tango fuori dalle milongas di Buenos Aires e a presentarlo sui palchi dei teatri di tutto il mondo. La passione e la determinazione della coppia di ballerini di tango più famosa della storia vengono messe in scena da una compagnia di giovani tangueros e coreografi di Buenos Aires che, attraverso i racconti dei protagonisti, ripercorrono la loro storia e quella del Tango stesso. I momenti più belli, toccanti e drammatici delle loro vite si trasformano in incredibili coreografie che si legano alle interviste intime e ai materiali d’archivio per un indimenticabile viaggio nel cuore del tango.

Lunedì 23/05 Ore 16:30 – 18.10 – 19:45 -21:30 (€ 5,00)

I RICORDI DEL FIUME: Martedì 24/05

“I ricordi del fiume di Gianluca e Massimiliano De Serio” è un documentario che racconta il Platz, una grande baraccopoli in cui vivono oltre mille persone di diverse nazionalità, situata sugli argini del fiume Stura a Torino. Il luogo è stato recentemente oggetto di un grande progetto di smantellamento e conseguente trasferimento di parte delle famiglie in case normali. I ricordi del fiume racconta la vita di questa baraccopoli nei suoi ultimi mesi di esistenza, tra lacerazioni, drammi, speranze, vita.

Martedì 24 Maggio  Ore 16:45 – 20:30 (Alle ore 22:00 saranno presenti i registi per un incontro col pubblico)

Ingresso € 4,50

Vivian Maier ANCORA a Spazio Uno Martedì 03 Maggio!!!

Spazio Uno va sù con una replica eccezionale del documentario sulla vita della fotografa Vivian Maier che torna dopo l’ennesimo clamoroso successo  Martedì 03 Maggio con ben quattro proiezioni! E’ l’occasione per scoprire il talento di questa formidabile donna rimasto misterioso fino a pochi anni fa. Vi aspettiamo Martedì 03 Maggio alle ore: 17:00 – 18:45 – 20:40 – 22:15

Ingresso € 4,00

Banksy arriva a Cinema Spazio Uno

È con la storia dello street artist inglese Banksy che Cinema Spazio Uno inaugura un nuovo appuntamento, un ciclo di documentari che saranno proiettati il martedì.
Si comincia il 29 Settembre con la proiezione-evento di Banksy does New York, di Chris Moukarbel.
Il documentario parla della rivelazione di Bansky di risiedere nella Grande Mela, come ha rivelato lo scorso Ottobre, e di come questo annuncio abbia scatenato una vera e propria caccia al tesoro tra fan curiosi, mancati collezionisti d’arte e, naturalmente, poliziotti. Con la videocamera del cellulare pronta a riprendere, tutti volevano conquistare un pezzo dei suoi effimeri lavori prima che venissero distrutti o, peggio, rimossi per guadagno.
Chris Moukarbel analizza la reazione del pubblico di una velocità senza precedenti e segue il percorso dei lavori creati segretamente da Banksy e resi pubblici in tutta la città: dal lower East Side fino a Staten Island, da Williamsburg a Willets Point. Il documentario è prodotto da HBO.
La particolare riservatezza di Banksy – che non ha mai rivelato il suo vero nome – fa da cassa di risonanza per tutte le sue opere che hanno sempre un tema politico,  sociale o culturale. Spesso Banksy prende posizioni anche forti e decise tramite le sue opere, in una direzione anti-capitalistica, a favore della pace e i diritti umani e contro le istituzioni riconosciute.
In questa occasione i biglietti avranno un prezzo speciale, 4,50 € per tutti, in continuità con la filosofia di Cinema Spazio Uno: proporre prezzi che permettano a chiunque di apprezzare la settima arte.
Potrete scoprire la storia di Banksy a New York Martedì 29/09, spettacoli alle ore 17:15, 19:00, 20:40 e 22:00.